Glitter Force

glitter-force-netflix-italia




Queste sono le serie di Glitter Froce prodotte fino ad oggi, per conoscere informazioni su di esse ti basta cliccare sul logo e ti si aprirà la pagina corrispondente.

 

Che cos’è Glitter Force? (la storia in breve)

Per arrivare a Glitter Force bisogna prima iniziare a parlare dalla saga di Pretty Cure: popolare serie giapponese prodotta da Toei Animation dal 2004 e ancora in prosecuzione; famosa sopratutto in Asia dove ha sempre fatto grande successo e sono approdati anche i giocattoli. In Europa solamente l’Italia ha avuto le prime 7 stagioni con i relativi film, altri stati europei e mondiali hanno avuto sola la prima serie o qualcuna della serie. Dopo numerosi tentativi da parte di TOEI di far diventare popolare Pretty Cure in Europa e nel mondo ma visto il poco interesse degli emittenti di acquistarlo, nel 2013 decide di affidare alla società SABAN (famosa per aver reso famosi i Power Rangers in occidente, che altro non sono che le serie Super Sentai giapponesi) che ne realizza una versione occidentale sfruttando le serie a partire dalla 9° stagione (Smile Pretty Cure) in poi rinominandole GLITTER FORCE, tagliando diversi episodi, cambiando la colonna sonora, sigle, nomi ma anche ogni riferimento alla cultura giapponese. In questo modo si è creato un “azzeramento” per presentare la serie al mondo (esclusa ovviamente l’asia che ottiene ancora le serie originali) con un nuovo nome e un adattamento più fruibile dai bambini occidentali e viene “tramessa” in tutto il mondo sul colosso NETFLIX a partire dal 2015, in questo modo TOEI è presente con la sua serie in tutto il mondo dandogli un aspetto “nuovo”, e in effetti viene accolto molto bene sopratutto in America dove è diventato uno dei cartoni di più tendenza nel 2017 secondo i risultati di Google trends. Che però ha fatto infuriare i fans che si sono trovati una serie stravolta e resa più “bambinesca”, inoltre questo “spostamento” dei diritti alla SABAN ha provocato la rottura che c’era tra la RAI e la TOEI, interrompendo così l’acquisto e la trasmissione di ogni nuova serie e film sul territorio Italiano. Dopo le serie “Glitter Force” e “Glitter Force Doki Doki” i diritti tornano in mano alla Toei che non si affida più a Saban per l’adattamento di Glitter Force ma porta avanti comunque il progetto.

 

Commenti Facebook