Suite Pretty Cure: I Gadgets arrivano in Korea

Suite Pretty Cure è arrivato in Corea del sud, e come ogni anno con l’arrivo della serie animata, approdano anche i vari gadgets. In alto potete notare che il vario merchandising è quello delle Bandai, che viene esportato in Corea con le scatole tradotte in Coreano ma praticamente IDENTICO a quello Giapponese. Beati i nostri Pretty-Fans Coreani 😉

Commenti Facebook

Commenti Facebook

5 pensieri riguardo “Suite Pretty Cure: I Gadgets arrivano in Korea

  • 16 agosto 2013 in 15:05
    Permalink

    Non è giusto: in Corea i gadgets degli anime escono subito. In Italia invece no. Si attivano solo per quelle schifezze di Barbie.

    Risposta
  • 23 agosto 2013 in 18:06
    Permalink

    Cure Aqua, è perchè in Italia la Mattel opera tranquillamente, mentre Bandai Europe no, che opera solo in alcuni paesi, infatti Tamagotchi Familitchi è stato pubblicato da Bandai in alcuni paesi europei, ma per l’Italia e la Russia Bandai è stata aiutata dalla Giochi Preziosi, e comunque Barbie esiste dagli anni 50 e ha fatto l’infanzia di tante generazioni di bambine, meglio non sottovalutarla, sennò facciamo quello che Gig e Giochi Preziosi fanno alle nostre Pretty Cure!

    Risposta
  • 23 agosto 2013 in 19:06
    Permalink

    Mi dico che quegli coreani sono FALSISSIMI quelli veri sono quelli giapponesi no quelli coreani lo potete capire o no.

    Risposta
  • 24 agosto 2013 in 23:32
    Permalink

    Questione di opinione… ma le nuove Barbie con la faccia da cavallo sono orribili

    Risposta
  • 26 agosto 2013 in 18:52
    Permalink

    Micheline informati prima di parlare… i gadgets coreani sono IDENTICI a quelli giapponesi BANDAI, cambia semplicemente la confezione, quindi altro che falsi. ps: si scrive “QUELLI” non QUEGLI.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *